DICE GAME / 2013 

Hand engraving on Carrara marble, 30 × 30 × 30 cm
Il marmo è stato usato per secoli in massicci blocchi per prestigiose realizzazioni architettoniche, religiose o politiche, ed evoca nozioni come tradizione, liturgia e autorità.
DICE GAME 1 (CLAIM TO MYSELF) Un paio di dadi affronta il tema dell’inglobamento delle convenzioni sociali e culturali. Il primo dei due dadi si occupa del peso delle istituzioni consolidate: reca parole latine in caratteri giustiniani – Lex, Familia, Cultura, Religio, Natura, Sors. Il secondo dado mostra la reazione che ogni individuo dovrebbe reclamare a se stesso al fine di promuovere un cambiamento costruttivo nella sua comunità. I termini latini sono scolpiti in stile graffiti – Conscientia, Armonia, Possibilitas, Fides, Territorium.
DICE GAME 2 (YOU & I) Qualsiasi tipo di relazione si basa su circostanze imprevedibili e il dialogo è il risultato del confronto tra due diverse posizioni. Non necessariamente l’interazione è fra due persone, essa può essere intrapresa con ciò che è altro da noi, come l’ambiente, una cultura diversa o un’altra lingua.
DICE GAME 3 (LOVE NOTE) Una nota d’amore scritta sul marmo porta tutti i dubbi che una coppia di innamorati potrebbe chiedersi per la vita futura. Espressi in un dialogo, uno dice: le mie paure sono le mie ali, mentre l’altra risponde, vorresti volare con me?

 

Share Project :

Translate »